Storia di ordinaria violenza al Campo Nomadi di Firenze

campo-nomadi-carabinieri-2Vivono in una baracca al Campo Nomadi.

Lui picchiava la moglie davanti alla figlie di 15 e 16 anni e impediva loro di avere un profilo Facebook e persino di uscire per andare a scuola, per paura che lo raccontassero.

La notizia è di pochi giorni fa, ma da comunque la pelle d’oca.

Per fortuna quest’uomo, un 47enne Kosovaro, è stato arrestato dai carabinieri.

Secondo la ricostruzione dai militari, le violenze verso la donna andavano avanti da anni.

Questo non è certo un caso isolato: per questo, un minuto dopo la nostra elezione, sgombereremo i Campi Rom.

Legalità e sicurezza prima di tutto!

 

Pubblichiamo la notizia apparsa su “Globalist.it

Firenze, picchiava la moglie davanti alle figlie, arrestato

La famiglia vive in una baracca, in un campo nomadi di Firenze. Nessuna delle due figlie, secondo quanto emerso, sarebbe mai stata picchiata.

Picchiava la moglie davanti alla figlie di 15 e 16 anni, alle quali spesso impediva di uscire, anche per andare a scuola, per paura che lo raccontassero a qualcuno.

E’ l’accusa per la quale un uomo di 47 anni, kosovaro, è stato arrestato dai carabinieri, in esecuzione di custodia cautelare in carcere disposta dal gip. L’uomo impediva alle figlie anche di usare internet e di avere un profilo Facebook, per evitare che parlassero di quanto accadeva in casa e perche’ spinto da gelosia nei loro confronti. L’indagine e’ coordinata dal pm fiorentino Vincenzo Ferrigno.

Secondo la ricostruzione dai militari, le violenze verso la donna andavano avanti da anni. La famiglia vive in una baracca, in un campo nomadi di Firenze. Nessuna delle due figlie, secondo quanto emerso, sarebbe mai stata picchiata. Le indagini dei carabinieri sono scattate dopo una segnalazione arrivata ai servizi sociali del Comune di Firenze.